full screen background image

sosto.net blog - montagne del ticino
sosto.net blog - montagne del ticino
#skimo

Toronit, 2261 m

Soleggiato con vento, soleggiato senza vento. Da settimane, ormai, la meteo in Ticino sembra conoscere solo questi due modi e così ascolto il bollettino con orecchio distratto. Un sabato mattina presto, mentre risalgo la Valle di Blenio, mi sorge però qualche dubbio. Più salgo, più le nuvole si addensano e il vento si intensifica; dopo Campra compaiono anche i primi fiocchi di neve.

La sensazione che qualcosa non quadri si fa più netta poco sopra Pian Segno, quando il GPS annuncia perentorio: «Attenzione! Problemi di traffico!»
È ancora notte e da diversi minuti non incontro più anima viva. Proseguo fino al Passo del Lucomagno, dove mi fermo per valutare la situazione. L'auto è avvolta dalla nebbia e scossa dalle violente sferzate del vento. Nevica. Evidentemente il soleggiato che ricordavo di aver sentito nel bollettino meteo era riferito a un altro giorno.

Campanitt

I Campanitt, visti dal dosso dei Toronit. A destra tra le nuvole si intravede il versante sud del Pizzo dell'Uomo, meta originale della gita di oggi.

Faccio dietro front e ritorno a Casaccia. Da qui mi avvio verso Stabbio Nuovo e Lareccio, per poi proseguire fino alla cascina di Gana Bubaira, ai piedi della Paré di Scut. La situazione nivologica è delicata. Il vento che ha soffiato e soffia ancora molto forte ha lasciato alcuni pendii completamente scoperti, creando pericolosi accumuli nelle conche e nelle vallette. Mi dirigo verso il Passo Predèlp, ma un paio di «whoom» e la neve soffiata mi fanno desistere dal proseguire oltre il primo pendio.

Secondo dietro front in meno di un'ora. Mi godo alcune curve in neve polverosa e poi riprendo a camminare verso il Passo del Sole. Considerate le condizioni meteorologiche e nivologiche, scelgo un obiettivo tanto modesto quanto sicuro: il promontorio dei Toronit, i cui due punti culminanti sono quotati 2257 m (est) e 2261 m (ovest).

Il vento soffia forte e il sole di tanto in tanto sbuca da dietro una nuvola. Osservo questo spettacolo per alcuni minuti. Tentenno. So bene che ad aspettarmi poco sotto c'è il famigerato Piano dei Canali: per attraversarlo con gli sci ai piedi bisogna spingere, fare scaletta e avanzare a lisca di pesce per quasi un chilometro. Oggi almeno il vento mi dà una mano e infine lo sforzo è ripagato dalla bella discesa su Campo Solario, tanto breve quanto piacevole da sciare.

sosto.net tombstone

Vista da Campo Solario verso sud. Lareccio. Vento di cruarina. Gana Bubaira. Sul Toronit. Vento, nuvole e un po' di sole. Toronit, al centro della foto. Discesa su Campo Solario.

coshomments
Vuoi lasciare un commento?


nome* (massimo 20 caratteri)

e-mail di contatto* (non sarà pubblicato)

commento*


hastags

View all hashtags.

ricerca


galleries

Instagram
VSCO
clemspace.ch gallery

archivio

maggio (1)
aprile (1)
marzo (1)

Archivio

articoli più letti

Da Bosco Gurin alla Val Bedretto, via Basodino

Gazzirola e Camoghè

Via alta della Val Carassina

clemspace.ch

clemspace.ch

sosto.net - top of the page


cross cross cross sandwich fullscreen fullscreen resize resize fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen