full screen background image

sosto.net blog - montagne del ticino
sosto.net blog - montagne del ticino
#skimo

Pointe de Cray, 2070 m

È dai tempi degli studi che non mi capitava di percorrere le montagne del Canton Friborgo in inverno. In uno dei primi post scrivevo della salita al Gantrisch, era il 2005.

Giunto venerdì sera dal Ticino, passo la notte all'hotel La Croix de Fer di Allières, dove posso finalmente assaporare un'atmosfera invernale. Sono l'unico ospite e il soggiorno è un vero toccasana: dopo diverse ore di sonno e un'abbondante colazione sento di essermi rimesso dai postumi del vaccino booster. La mattina ho appuntamento con Jean, amico conosciuto quasi dieci anni fa in occasione di una memorabile uscita all'Adula. Mi raggiunge in treno e lo recupero alla pittoresca stazione del villaggio, da dove ci spostiamo poco più a nord. Partiamo da Lessoc a 824 m con gli sci ai piedi. L'innevamento è sufficiente per percorrere la strada che risale il versante nord delle Gorges de Mury.

Pointe de Cray, 2070 m

Dalla Pointe de Cray (2070 m), vista verso NE sulla Pra de Cray (2197 m). Il punto più basso lungo la cresta è il Col de Cray (1972 m, senza nome sulla CN), che abbiamo raggiunto salendo da nord (sinistra nella foto).

Passando per le cascine di Les Fonds e Gros Linsert, raggiungiamo il Col de Cray. Gli ultimi metri prima della bocchetta mi fanno sudare, devo prima mettere i coltelli e finisco per fare l'ultimo tratto a piedi. Un gipeto volteggia elegantemente sopra le nostre teste osservando indifferente i miei sforzi, poi scompare rapidamente seguendo le termiche.

Dalla cima si gode di una bella vista sul villaggio di Château-d'Oex e di un panorama che spazia dalle prealpi friborghesi ai giganti dell'Oberland bernese fino alla zona del Monte Bianco. La discesa risulta divertente, soprattutto se paragonata alle condizioni attuali in Ticino, anche se la qualità della neve è molto variabile. Saluto Jean con la promessa di organizzare qualche altra uscita a metà strada tra il Ticino e la Romandia.

La sera pubblico una fotografia su Instagram e noto così che le cartine geografiche di Meta hanno qualche difficoltà con i confini cantonali tra Friborgo e Vaud, il comune di Lessoc appare infatti come vodese. Alcuni locals mi fanno notare che lo stesso accade anche altrove. Nel 2005 i social networks ancora non esistevano mentre oggi sono diventati parte integrante della nostra quotidianità, ma non si può fare affidamento solo su di essi.

Resoconto su skitour.fr

sosto.net tombstone

Notte a Allières. Colazione. La Croix de Fer. Lessoc, Canton Friborgo. Il sole illumina l'altro versante della valle. Due mongolfiere nell'immagine: le trovate? Les Fonds. La cascina di Le Leity. Col de Cray. Châteu-d'Oex. Lac de la Gruyère. Teysachaux e Moléson.

coshomments
Vuoi lasciare un commento?


nome* (massimo 20 caratteri)

e-mail di contatto* (non sarà pubblicato)

commento*


hastags

View all hashtags.

ricerca


galleries

Instagram
VSCO
clemspace.ch gallery

archivio

maggio (1)
aprile (1)
marzo (1)

Archivio

articoli più letti

Da Bosco Gurin alla Val Bedretto, via Basodino

Gazzirola e Camoghè

Via alta della Val Carassina

clemspace.ch

clemspace.ch

sosto.net - top of the page


cross cross cross sandwich fullscreen fullscreen resize resize fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen