full screen background image

sosto.net blog - montagne del ticino
sosto.net blog - montagne del ticino
#skimo

Verso il Pizzo Gallina

Prima di addormentarmi scorro ancora una volta l'animazione radar sull'applicazione di MeteoSvizzera: purtroppo nella regione della Nufenen piove ancora. Non ideale per l'uscita che ho in programma la mattina seguente, ma ormai sono in ballo, tanto vale fare un tentativo. La sveglia suona presto, mi vesto rapidamente e parto, attraversando il Piano di Magadino alle prime luci dell'alba, senza traffico alcuno. Quando arrivo al passo, il sole illumina già da un po' i pendii rivolti a est, così come la lingua di neve che giunge fino a lato della strada. Posso calzare subito gli sci e, così facendo, mi avvio verso nord, procedendo accanto ad alcune tracce di discesa. Senza difficoltà, ma togliendo gli sci per due brevi tratti, raggiungo il pendio di sfasciumi a 2750 metri: a questa quota, 5-10 cm di neve fresca ricoprono quella quella vecchia.

Vista sulla Nufenen e il Corno Gries

Vista verso il Passo della Nufenen e, sullo sfondo, il Corno Rosso e il Corno Cieco: la neve rimasta è davvero poca.

La salita con gli sci si fa difficoltosa a causa dello zoccolo formatosi sulle pelli, decido dunque di depositare gli sci e di proseguire a piedi. Le precipitazioni della notte e il sole che illumina già da un po' questo versante hanno reso la neve molle, a tratti si sprofonda fino al ginocchio. Con una certa fatica, raggiungo le prime roccette a quota 2850 m circa. Dopo una breve pausa riprendo la salita, attraverso un pedio meno ripido e mi immetto nel canale che porta in cresta.

Qui le condizioni sono migliori, il sole non è ancora arrivato e la neve vecchia sostiene il mio peso. Salgo ancora fino a raggiungere i 3000 metri, dove mi fermo a prendere fiato, nel mentre dò un'occhiata all'orologio. Sono le 9 e alle 11 devo essere davanti al computer per una riunione di lavoro. Manca poco per la cima, ma più passa il tempo, peggiori sono le condizioni del pendio sottostante. A malincuore, scelgo l'opzione più prudente, rinunciando alla cima e tornando sui miei passi.

In effetti, nel punto più ripido della discesa le condizioni della neve sono cattive e il mio passaggio provoca anche lo scivolamento dello strato superficiale. Fortunatamente si tratta di pochi metri superati i quali la situazione migliora. In breve raggiungo il deposito sci e in un quarto d'ora sono di nuovo sulla strada del passo. Con un po' di rammarico per la cima mancata, certamente, ma tutto sommato soddisfatto di quest'ultima uscita con gli sci, in una stagione avara di neve, per lo meno al sud delle Alpi.

Vedi anche: Pizzo Nero e Chilchhorn

sosto.net tombstone

Atmosfera mattutina sulla Nufenen. Stambecchi al pascolo. La meta di oggi, il Pizzo Gallina. Vista sul Basodino. Sole tra le rocce. Gli sci sono rimasti in basso. Valle della Gönerlilücke. Canale del Pizzo Gallina. In discesa, dopo aver fatto dietro-front a 3000 m circa. Traccia di salita. L'ultima con gli sci per quest'anno. Autoscatto sfuocato. La cresta con le guglie del Pizzo Nero.

coshomments
Vuoi lasciare un commento?


nome* (massimo 20 caratteri)

e-mail di contatto* (non sarà pubblicato)

commento*


hastags

View all hashtags.

ricerca


galleries

Instagram
VSCO
clemspace.ch gallery

archivio

luglio (0)
giugno (1)
maggio (1)

Archivio

articoli più letti

Da Bosco Gurin alla Val Bedretto, via Basodino

Gazzirola e Camoghè

Via alta della Val Carassina

clemspace.ch

clemspace.ch

sosto.net - top of the page


cross cross cross sandwich fullscreen fullscreen resize resize fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen