full screen background image

sosto.net blog - montagne del ticino
sosto.net blog - montagne del ticino
#lugano

Capanna Pairolo, 1347 m

«C'eravamo anche noi ieri sera!» Diverse persone ci salutano così quando notano la mia maglietta o il cappellino di mia figlia. Quest'ultimo, di un viola acceso, l'abbiamo acquistato la sera precedente in occasione del debutto stagionale del Lugano calcio nello stadio di Cornaredo adattato temporaneamente in attesa della realizzazione dell'impianto definitivo. Un debutto elettrizzante, coronato da una bella vittoria davanti a un pubblico numeroso, assiepato sulle nuove tribune all'inglese.

Dopo una notte a Cagiallo e una domenica mattina a ritmo lento, nel primo pomeriggio ci avviamo a piedi da Cimadera verso la Capanna Pairolo, dove ci fermeremo a dormire. Per mia figlia è il primo pernottamento in capanna e ne ho dunque scelta una che offre il comfort di una stanza doppia. La salita, breve ma a tratti piuttosto ripida, va via senza problemi, spezzata da numerose pause per mangiare, giocare, raccogliere sassi e legnetti e, naturalmente, cercare di scovare le tracce del lupo.

Camoghè e Gazzirola

Atmosfera serale con vista sul Camoghè, sullo sfondo al centro della foto. A destra, il Gazzirola.

Una volta a destinazione ci rifocilliamo con due fette di torta e un fresco sciroppo di sambuco; poi ci divertiamo ad arrampicare, un po' sulle brevi vie artificiali allestite all'esterno della capanna e un po' sui grandi sassi calcarei tipici della zona dei Denti della Vecchia. La cena – insalata mista, pasta e dessert – è particolarmente gradita a mia figlia che dopo aver spazzato una porzione da adulti, ha ancora energia da vendere. Saliamo dunque lungo il sentiero in direzione dei Denti e andiamo al Passo del Pairolo, poi inizia a fare scuro.

Fiore secco di un cardo

La zona del Pairolo è caratterizzata da una flora molto ricca; nella foto il fiore secco di un cardo.

Prima di coricarci, mentre assistiamo a uno spettacolare tramonto, indico a mia figlia il nome di alcune montagne. «Quando sarò più grande, voglio scalare il Monte Rosa, esclama quando le mostro un'elegante sagoma grigia che si confonde tra le nuvole, proprio di fronte a noi.

Cosa farà da grande, lo deciderà crescendo e se tra i suoi obiettivi ci sarà davvero la salita al Monte Rosa, si vedrà col tempo. Sia come sia, vado a letto profondamente felice e sereno per aver condiviso con mia figlia due attività che mi hanno regalato emozioni e gioia sin da quando ero ragazzo: il Lugano calcio e la montagna.

sosto.net tombstone

Verso i Denti della Vecchia. Bandierine di preghiera tibetane. Vista sul Monte Bar. Luce serale. La Capanna Pairolo vista da sud. Nei pressi della capanna. Vie d'arrampicata sulla parete della capanna. Verso sera. Dall'uscio della capanna. Il sole scompare dietro il Monte Tamaro. Finestre. Verso il Monte Rosa.

coshomments
Vuoi lasciare un commento?


nome* (massimo 20 caratteri)

e-mail di contatto* (non sarà pubblicato)

commento*

hastags

Tutti gli hashtags.

ricerca


links sosto.net

Instagram

clemspace.ch


archivio

giugno (1)
maggio (1)
aprile (1)

Archivio

articoli più letti

Da Bosco Gurin alla Val Bedretto, via Basodino

Gazzirola e Camoghè

Via alta della Val Carassina

settings

A–   A+

italiano
français
english

sosto.net - top of the page


cross cross cross sandwich fullscreen fullscreen resize resize fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen