full screen background image

sosto.net blog - montagne del ticino
sosto.net blog - montagne del ticino
#cycling

Passo San Jorio, 2012 m

Durante la seconda guerra mondiale, il Passo San Jorio aveva un notevole valore strategico, così come tutti gli altri valichi, montani e non, tra Ticino e Italia. In quel periodo mio nonno ha passato molto tempo in servizio militare al San Jorio e i suoi racconti su quella regione mi hanno accompagnato sin da bambino. Non essendoci mai stato, domenica scorsa decido di approfittare di qualche ora libera da impegni familiari per salire a questo famoso passo.

Parto alle 9 da Tenero e in bici mi dirigo verso Bellinzona. Giunto a Camorino, senza pensarci troppo salgo a testa bassa lungo la strada che porta ai Fortini della fame fino a una barriera, dove mi rendo conto di essere sulla strada sbagliata e di non aver imboccato la Val Morobbia. Bici in spalla, mi avvio per qualche centinaio di metri lungo il sentiero, deciso ad attraversare la valle a piedi. Dopo non molto mi convinco però che è meglio tornare sui miei passi e ridiscendere a Giubiasco.

Passo San Jorio

Dal Passo San Jorio, vista sul lato italiano in direzione del Rifugio San Jorio (in primo piano) e del Lago di Como (non visibile, in fondo alla valle).

Finalmente sono sulla strada giusta. In breve, passando da Paudo, arrivo a Carena e proseguo in sella alla mia gravel sulla strada sterrata fino ai Monti di Ruscada. Da qui in poi la strada è ancora asfaltata fino all'Alpe Giumello, anche se le pendenze in questo tratto sono più adatte a quelle di una mountain-bike, piuttosto che a quelle di una bici da strada. Finalmente raggiungo il tornante a quota 1544 m, dove lego la bici ad una pianta e proseguo a corsa fino al passo, che raggiungo alle 13:30.

Ho le gambe irrigidite dagli oltre duemila metri di dislivello, compresi pure i circa 300 metri di deviazione errata a Camorino e il Rifugio San Jorio, sul lato italiano del passo, offre un provvidenziale ristoro. Dopo mezz'ora di pausa ho recuperato abbastanza forze per intraprendere la discesa e grazie alla velocità della bici, alle 16:15 sono di nuovo a casa. In poche ore mi sono ritrovato a fare un un piccolo viaggio nello spazio e nel tempo, andando a conoscere un posto nuovo e rivivendo molti racconti sentiti da bambino.

sosto.net tombstone

In salita, prima dell'Alpe Giumello. Al Passo San Jorio. Rifugio San Jorio. Italia e Europa. Escursionisti al San Jorio. Vista sul lato svizzero. Guanacos in Val Morobbia.

coshomments
Vuoi lasciare un commento?


nome* (massimo 20 caratteri)

e-mail di contatto* (non sarà pubblicato)

commento*


hastags

View all hashtags.

ricerca


galleries

Instagram
VSCO
clemspace.ch gallery

archivio

settembre (0)
agosto (2)
luglio (1)

Archivio

articoli più letti

Da Bosco Gurin alla Val Bedretto, via Basodino

Gazzirola e Camoghè

Via alta della Val Carassina

clemspace.ch

clemspace.ch

sosto.net - top of the page


cross cross cross sandwich fullscreen fullscreen resize resize fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen