full screen background image

sosto.net blog - montagne del ticino
sosto.net blog - montagne del ticino
#tisìn

Di nuovo in movimento

Un po' di impazienza e di frustrazione; provavo sicuramente entrambe le sensazioni a fine marzo, quando ho pubblicato il precedente articolo. Nel frattempo, il piede è nettamente migliorato e posso finalmente tornare a muovermi quasi normalmente. Ho iniziato con alcune passeggiate tranquille, a Friborgo, nei giorni di Pasqua, e poi anche di corsa e in bicicletta, al rientro in Ticino. Una volta di più ho apprezzato il luogo dove vivo, non fosse altro che per il semplice fatto di potermi ritrovare immerso nella natura a pochi minuti da casa, osservando le montagne all'orizzonte o gli animali del bosco. Cose semplici, insomma, ma tuttavia importanti.

Camoscio nel bosco

Una mattina presto nel bosco a Tròvro, sopra Contra, incontro un camoscio che sembra gradire le mie attenzioni, mettendosi in posa e lasciandosi fotografare per diversi minuti: sarà lo stesso che avevo fotografato l'anno scorso?

Il fondovalle della Verzasca è già pieno zeppo di turisti: auto, camper e bici (elettriche) hanno preso possesso della strada e dei posteggi lungo di essa. Lunedì scorso, parto a mezzogiorno da Tenero per salire a Sonogno in bicicletta e una sostenuta brezza di valle mi aiuta considerevolmente in salita: raggiungo la meta in 1 ora e 11 minuti. In paese è impossibile trovare un ristorante dove mangiare: le terrazze sono prese d'assalto e davanti a ognuna di esse si assiepano gruppetti di turisti in attesa di un tavolo. Poco male, monto in sella e ritorno a casa; la brezza fa però il gioco contrario e mi tocca sudare anche in discesa.

Sempre in Verzasca ma a piedi, visito anche due monti sul versante solatìo della Valle di Corippo: Corgell e Garnasca. Entrambi godono di una posizione invidiabile che offre uno stupendo panorama verso sud, forse per questo motivo la maggior parte dei rustici sono ristrutturati e ben tenuti. Mi stupisce invece il gran numero di nuclei di cascine diroccate, molte ormai ricoperte dalla vegetazione, che si trovano in Valle di Corippo. I sentieri, sebbene in diversi tratti non più mantenuti, sono sorretti da muri a secco e dotati di scalini in piode: correndo in questi luoghi, mi immagino un passato molto più movimentato e frequentato non tanto da visitatori, come è il caso oggi in Verzasca, ma da gente che in questi luoghi viveva e lavorava.

sosto.net tombstone

Passeggiata mattutina a Friborgo. Disegno a matita... tentativo. Vista dai Monti di Ditto, una delle prime gite in bici. Corgell in Valle di Corippo. Vista da Corgell. Garnasca. Il sottoscritto a Garnasca. Anno 1850.

coshomments
Vuoi lasciare un commento?


nome* (massimo 20 caratteri)

e-mail di contatto* (non sarà pubblicato)

commento*


hastags

View all hashtags.

ricerca


galleries

Instagram
VSCO
clemspace.ch gallery

archivio

dicembre (0)
novembre (0)
ottobre (1)

Archivio

articoli più letti

Da Bosco Gurin alla Val Bedretto, via Basodino

Gazzirola e Camoghè

Via alta della Val Carassina

clemspace.ch

clemspace.ch

sosto.net - top of the page


cross cross cross sandwich fullscreen fullscreen resize resize fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen