full screen background image

sosto.net blog - montagne del ticino
sosto.net blog - montagne del ticino
#montagna

Cima di Gana Bianca, 2843 m

Superati gli ultimi sassoni arriviamo alla modesta croce di legno in vetta alla Cima di Gana Bianca, a poco meno di 2850 m di quota. È mezzogiorno e abbiamo la gola secca, ma più che la salita e la temperatura elevata la causa è il gran chiacchierare che abbiamo fatto durante tutta la mattina. Sarà l'effetto del periodo prolungato di home office ma, a quanto pare, con gli amici e colleghi Daniele e Zaira abbiamo un sacco di cose da dirci.

E così, tra un aneddoto, una battuta e una riflessione seria, saliamo senza troppo badare né al tragitto, né alla pietraia che giustamente appare anche nel nome di questa cima con il termine di "gana". La macchina fotografica resta nel sacco per la maggior parte del tempo, anche perché le mani libere aiutano a mantenere l'equilibrio nei tratti in cui la sassaia è un po' instabile.

Vista su Olivone dalla Cima di Gana Bianca

Vista su Olivone, al centro in basso nella foto, dalla Cima di Gana Bianca. Sulla destra in primo piano, l'ultimo pezzo della cresta su cui corre la Via alta della Val Carassino.

Dalla cima il panorama sull'alta Valle di Blenio è spettacolare, il cielo terso permette inoltre una splendida vista anche sui quattromila bernesi, vallesani e verso il Monte Rosa. Il versante nord della Cima della Bianca è ben visibile dalla finestra della cucina di casa a Olivone. Lavando i piatti o sorseggiando un caffè a colazione, mi capita di osservarlo in tutte le stagioni: essendo rivolto a nord, rimane innevato fino a tarda primavera e, con condizioni sicure, pare offra una discesa sciistica imperdibile.

Mi riprometto di tornare su questa cima in inverno e inizio a immaginare possibili itinerari sciistici di più giorni in zona; progetti che espongo a voce alta come se dovessi partire domani mattina. Nel frattempo è però ora di rimetterci in cammino: in discesa stiamo un po' più bassi rispetto all'itinerario di salita, seguiamo il percorso "ufficiale" marcato con lo spray blu di cui non avevamo notato la presenza in salita. Le chiacchiere continuano, parliamo e parliamo senza fermarci nemmeno una volta giunti alla macchina, né tantomeno durante la pausa al baretto di Dandrio. A quanto pare ne avevamo bisogno tutti e tre: una bella gita in montagna e una lunga chiacchierata tra amici: due cose che il telelavoro non può sostituire.

sosto.net tombstone

Versante sud dell'Adula. Corte di Cima. Ürbell. Quarnei. Ancora qualche chiazza di neve in salita. Breve traverso su neve. Cima di Gana Bianca. Monte Rosa. Vallese e Oberland bernese. Capanna Adula CAS. Daniele con l'Adula alle spalle. Erioforo o pennacchi di di Scheuchzer al Piano delle Bolle.

Zai        [mercoledì 8 luglio 2020, 14:44]


Effettivamente avevamo qualche chiacchiera in arretrato

clem        [giovedì 9 luglio 2020, 14:20]


...giusto due parole :-)

coshomments
Vuoi lasciare un commento?


nome* (massimo 20 caratteri)

e-mail di contatto (non sarà pubblicato)

commento*

Per evitare lo spam, per favore copia questo codice:
security code


hastags

View all hashtags.

ricerca


galleries

Instagram
VSCO
clemspace.ch gallery

archivio

settembre (0)
agosto (1)
luglio (2)

Archivio

articoli più letti

Da Bosco Gurin alla Val Bedretto, via Basodino

Gazzirola e Camoghè

Via alta della Val Carassina

clemspace.ch

clemspace.ch

sosto.net - top of the page


cross cross cross sandwich fullscreen fullscreen resize resize fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen fullscreen