full screen background image

sosto.net - montagne del ticino
sosto.net blog - montagne del ticino

#skimo

Cima di Aquila, 3128m

Alla Cima di Aquila (3128m) è recentemente stata dedicata una certa attenzione mediatica in quanto ritenuta da un gruppo di bleniesi la vetta più alta completamente in territorio ticinese, titolo finora assegnato al Pizzo Campo Tencia (vedi per esempio questo articolo apparso sul CdT il 25 ottobre 2012). Questa cima era finora senza nome sulla carta nazionale, ma dovrebbe venir ufficialmente battezzata Cima di Aquila in occasione del prossimo aggiornamento del foglio di Olivone (wikipedia).

Pizzo Cassinello e Cima di Aquila

Il Pizzo Cassinello (a sinistra) e la Cima di Aquila (a destra). Più dietro, non visibile in questa foto, si trova il Pizzo Cassimoi.

Val Scaradra innevata

Assieme al Matte si parte di buon'ora dal posteggio della diga del Luzzone e, dopo aver rinunciato alla salita al Piz Terri a causa dell'innevamento insufficiente nella parte bassa dell'itinerario, decidiamo di percorrere la Val Scaradra, che grazie alla sua esposizione a nord è ancora ricca di neve. A differenza dell'ultima volta, quando percorremmo la valle in pieno inverno, questa volta il sentiero è praticamente sgombro da neve fino all'altezza dell'Alpe Scaradra di sotto, dove calziamo gli sci. Da qui saliamo su neve rigelata e portante fino a quota 3000m, poco sotto la bocchetta del Laghetto di Cassimoi, il laghetto più alto del Ticino. Da qui Matteo sale direttamente alla vetta per la cresta nord-ovest, mentre io proseguo fino al passo e raggiungo la vetta dal versante sud.

La discesa fino al pianoro a quota 2200m (Alpe Scaradra di Sopra) è stupenda, su neve leggermente umida ma ancora portante e perfettamente sciabile.

[Leggi anche: Val Scaradra in invernale]

Il larice secolare di Garzott

Poco prima dell'Alpe Garzott, in fondo al Lago del Luzzone, si trova un larice secolare di cui si può leggere un'interessante descrizione sulla piccola pubblicazione «Alberi secolari in Svizzera», redatta dal WWF. Qui sotto si trova una foto di questo larice, il cui fusto ha una circonferenza di circa 8.5m e la sua età si stima sia di circa 450 anni! Come si intuisce dalla foto, malgrado il bosco circostante sia stato particolarmente colpito dalle valanghe che hanno spezzato molti alberi, il vecchio larice secolare sembra sia riuscito a superare anche questo inverno quasi incolume. sosto.net tombstone

Primi raggi di sole sulle vette della Val Scaradra. Lasciamo un po' di materiale all'alpe Scaradra di sotto. Pizzo Cassinello. Il Pizzo Cassinello (a sinistra) e la Cima di Aquila (al centro). Cima di Acquila, in nebbia. Selfie al deposto sci. Matteo all'alpe Saradar di sotto. Il larice secolare ha superato un altro inverno. La diga del Luzzone, semivuota.

coshomments
Vuoi lasciare un commento?


nome* (massimo 20 caratteri)

e-mail di contatto (non sarà pubblicato)

commento*

Per evitare lo spam, per favore copia questo codice:
security code


hastags

View all hashtags.

ricerca


galleries

Instagram
lclem.vsco.co
clemspace.ch gallery

archivio

ottobre (2)
settembre (0)
agosto (2)

Archivio

articoli più letti

Perché sono contrario al ParcAdula

Via alta della Val Carassina

Cassarate, il fiume di Lugano

clemspace.ch

clemspace.ch

sosto.net - top of the page


cross sandwich resize fullscreen