full screen background image

sosto.net - montagne del ticino
sosto.net blog - montagne del ticino

#lugano

Il Ticino è bianconero!

Ho ricevuto la segnalazione di questo post apparso sul forum dei Forumisti bianconeri, postato da FBN.

Tifi per una squadra che per decenni é stata il punto di riferimento dell'hockey cantonale. Poi, negli anni '70, ecco che il "Perfido Lugano" inizia a piazzare qualche colpo a sorpresa. Ed iniziano i primi pensieri.

Negli anni '80 entrambe le squadre vanno in A. Dopo una stagione la "squadra faro" rientra mestamente in B, mentre il Lugano, grazie alla magnanimità di un ticinese doc come il buon Geo, rimane in A. E i pensieri continuano.

Nel 1986 ecco che i bianconeri piazzano un primo affondo: campioni svizzeri.

In cinque anni il Lugano si aggiudica quattro titoli nazionali. La leventina diventa il punto di riferimento per i trapianti di fegato.

Negli anni '90 gli odiati bianconeri non ne prendono una. Play offs da paura, finali perse, titoli buttati via. Ecco che il piotto comincia a riprendersi, ignaro del destino che lo attende.

Nel '99 l'occasione di una vita. I piotti sono fortissimissimi e sono favoriti per la conquista del titolo. Piccolo particolare: la finale li vede contrapposti al Lugano. Quinto titolo conquistato alla Valascia.

Il piotto é rassegnato e quindi si concentra sui gemellaggi. Zurigo, Berna, Davos sono amicissimi dei leventinesi, quasi fratelli. Anche il sesto titolo non ha quasi più effetto sulla psiche piotta. Oramai é abitudine.

Nel 2006 la seconda ghiotta occasione. Quarti di finale, in testa nella serie per 3 partite a 0. Tutti sono in attesa della tanto sognata rivincita, covata per 20 anni, l'occasione per entrare nella storia. Obiettivo raggiunto: infatti per la prima volta nella storia europea dell'hockey, una squadra in vantaggio di 3 partite, esce dai PO.

Nel frattempo i piotti vincono qualche derby alla Resega, scoprendo che porta una sfiga pazzesca. Infatti, come se non bastasse il 2006, nel 2007 chi li manda a fare i play-out? Il Lugano vincendo alla Valascia.

Il piotto non ne può più e ripone nella giustizia tutte le sue speranze di vedere nella merda il Lugano. L'affaire fondi neri solletica il palato dei tifosi biancoblu. Si scomodano avvocati e saccenti vari. "E' la fine" pensano. I fatti parlano chiaro: il Lugano ammette le colpe, "consegna" i responsabili, paga la multa e la cosa finisce lì.

A questo punto, signori, concedeteci almeno di riconoscere loro una cosa: sono degli incassatori della madonna. Il miglior Fantozzi non riuscirebbe a sopravvivere. Mr Bean é un dilettante. Paperino non esiste.

Ed ora, di questi tempi, con il tepore primaverile che si avvicina, ecco il nostro amico piotto che, come dice il loro amico Prosperini "Mia tanti ball, ciapa sü ul camel e via, sciò...a Basilea"
sosto.net tombstone

coshomments
Vuoi lasciare un commento?


nome* (massimo 20 caratteri)

e-mail di contatto (non sarà pubblicato)

commento*

Per evitare lo spam, per favore copia questo codice:
security code


hastags

View all hashtags.

ricerca


galleries

Instagram
lclem.vsco.co
clemspace.ch gallery

archivio

ottobre (2)
settembre (0)
agosto (2)

Archivio

articoli più letti

Perché sono contrario al ParcAdula

Via alta della Val Carassina

Cassarate, il fiume di Lugano

clemspace.ch

clemspace.ch

sosto.net - top of the page


cross sandwich resize fullscreen